NOTE:

DUE DOZZINE DI ROSE SCARLATTE

due atti di Aldo De Benedetti

con (p.o.a.)

Cesare Biondolillo (Tommaso Savelli), Massimo D’Anna (Alberto Verani), Aurora Falcone (Rosina), Elena Pistillo (Marina Verani)

regia di Umberto Cantone

scene di Marco Giacomazzi

costumi di Bibi Augugliaro

luci di Marco Cardinale

fonica di Dottor Service

assistente all’allestimento Ivan Bongiovanni

Uno dei classici della commedia sofisticata all’italiana come non l’avete mai visto prima. Elegante e caustico come un film di Woody Allen. L’autore è Aldo De Benedetti, drammaturgo e sceneggiatore tra i più rappresentativi degli anni Trenta e Quaranta, celebre per il suo teatro attento alle esigenze del pubblico ma sempre ingegnoso nella scrittura. I suoi lavori affrontano con umorismo e profondità le aspirazioni e le nevrosi della classe media. Per dare consistenza a un eterno motivo di psicologia amorosa, Rose scarlatte mette al centro un virtuale ménage à trois. E questa volta la moglie trascurata dal marito s’innamora di un corteggiatore che risulta essere l’invenzione ordita dalla goffa strategia seduttiva del marito stesso con la complicità di un amico. Le rose del titolo sono una metafora dell’amore coniugale che ha continuamente bisogno di essere innaffiato di fantasia per non appassire.

Nella nostra versione la commedia riprende alcuni passaggi del film che lo stesso De Benedetti ha adattato nel 1940 affidandolo alla regia di Vittorio De Sica, e si svolge tutta dentro il perimetro di un set cinematografico dove gli attori interpretano i loro ruoli rivolgendosi spesso al pubblico. A fare da coro alla vicenda, prima del finale ambientato in una stazione ferroviaria, c’è la cameriera della coppia protagonista, una figurina alla Sacha Guitry, che assume il ruolo di “regista” degli eventi.

 

GUARDA IL CALENDARIO:

18 novembre 2019 ore 10.00;

19 novembre 2019 ore 10.00;

20 novembre 2019 ore 10.00;

21 novembre 2019 ore 10.00;

02 dicembre 2019 ore 10.00;

03 dicembre 2019 ore 10.00;

04 dicembre 2019 ore 10.00;

18 dicembre 2019 ore 21.00;

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment